A TU PER TU CON… ALBERTO E ALESSANDRO, DUE GIOVANI RISTORATORI DELLA LOCANDA DI BALDUINO

I due giovani locandieri Della Locanda di Balduino ci spiegano il loro innovativo concetto di fare ristorazione, raccontandoci la storia del loro locale e la loro passione per la cucina a Km0, augurando loro che questo sia solamente l’inizio di una lunga e proficua carriera nel settore!

DELIZIE DIFFERENTI – Grande successo per il Festival dell’Amatriciana targato Eataly

grande-successo-per-il-festival-dellamatriciana-targato-eataly_1

Oltre 10.000 piatti consumati tra gricia e amatriciana, 15 quintali di pasta, 6 di guanciale, 5 di pecorino e 9 di pomodoro; 1200 bottiglie di vino offerte da 20 cantine e 2 brigate di cucina con 10 ristoranti di Amatrice, 59.322,14 euro il ricavato della manifestazione. Sono questi i numeri del Festival dell’Amatriciana, evento di solidarietà che si è tenuto a Eataly Roma dal 2 al 4 dicembre, a sostegno della popolazione di Amatrice colpita dal terremoto dello scorso agosto.

Continua a leggere “DELIZIE DIFFERENTI – Grande successo per il Festival dell’Amatriciana targato Eataly”

CHICCHE D’ITALIA – Miele, l’oro dolce che fa bene

miele-loro-dolce-che-fa-bene_1

Che il mattino (ma anche tutta la giornata) abbia l’oro dolce in bocca! Questo il mio augurio per un nuovo anno che dia la giusta importanza al frutto delle api, insetti operosi che producono un nettare buono per il palato oltre che per la salute, non ancora apprezzato quanto meriterebbe.

Perciò, ogni gourmet che si rispetti dovrebbe mettere tra i ghiotti propositi del 2017 un maggior consumo di questa versatile delizia della tavola, contribuendo così anche alla causa di dare una mano all’apicoltura italiana che ha visto nel 2016 un vertiginoso calo della produzione. In quest’ottica il bisogno di orientare i buongustai a scegliere il miele nostrano si fa ancora più urgente, perché comunque le apicolture della Penisola sono riuscite a produrre grandi mieli nonostante un annus horribilis come quello appena passato.

Tra queste c’è anche l’azienda Alveus, nata solo nel 2000 nonostante l’interesse familiare per le api fosse più che trentennale, come dimostra il fatto che negli anni Ottanta, in tempi ancora non sospetti, nonno Giuseppe Masciulli, seppur solo per hobby, aveva già stabilito i primi contatti con l’affascinante mondo del miele; passione recuperata e mantenuta viva dal nipote (che porta il suo nome), supportato nell’impresa dal fratello Cristian e dal padre Pietro. Tre uomini che hanno consolidato il sodalizio con le infaticabili operaie della bontà, creature custodite con amore in circa 500 alveari che li ripagano producendo più miele di quanto possa realmente servire al loro fabbisogno. Certosina la scelta delle postazioni per le arnie, collocate accuratamente lontane da fonti d’inquinamento, garanzia di un miele sano e genuino che, scusate se è poco, finisce prima sulla tavola di famiglia e poi sulle nostre.

miele-loro-dolce-che-fa-bene_2

Peraltro, la pratica del nomadismo consente ai Masciulli di produrre (con metodiche biologiche certificate) più varietà di mieli, tra cui quello di Agrumi, il Millefiori, la Sulla, l’Acacia, il Castagno, l’Eucalipto, il Coriandolo, il Girasole e il Fiordaliso Giallo.

Fra questi ho apprezzato particolarmente il Millefiori di Maggio, prodotto nella zona di Alberobello e raccolto prettamente fino a fine maggio: chiaro e delicato, profuma di trifoglio, ciliegio e biancospino, presentandosi liquido e di un bel dorato. Perfetto a colazione come tutti i suoi fratelli, si accompagna a meraviglia anche con un Asiago Dop d’Allevo Mezzano (maturo tra 4 e 6 mesi) o dei crostini al tartufo bianco pregiato. Altra chicca da non perdere è il miele di Fiordaliso Giallo, anche detto Centaurea, pianta che dà un nettare fuori del comune raccolto tra le campagne di Martina Franca, Noci e Alberobello. Il suo profumo inebria l’olfatto, mentre la sua setosa intensità allieta il palato, non senza dare con il suo color verde oro la propria parte anche all’occhio.

miele-loro-dolce-che-fa-bene_3

Ideale con pietanze a base di uova e mostarda, fa il paio con il miele di Coriandolo, l’ombrellifera da cui proviene un nettare dal sapore intenso e deciso che cristallizza molto rapidamente, imprigionando nella sua solidità un patrimonio inestimabile di sapore (leggerissimamente amaro) e odore (vago il sentore vegetale). Insieme a un caciocavallo podolico ben stagionato o in una salsa d’accompagnamento a un arrosto di maiale fa veramente faville.

Info: alveus@alice.it  (o 3334976954)

Clara Ippolito

 

 

 

 

 

 

A TU PER TU CON – ……GIUSEPPE MASCIULLI

a-tu-per-tu-con-giuseppe-masciulli_1

Due chiacchiere con un apicoltore virtuoso che, insieme alla propria famiglia, ha fatto del miele una fede. La sua azienda apistica biologica si chiama Alveus (come sennò?) e si trova sulla strada provinciale 113, che porta da Monopoli ad Alberobello, capitale dei trulli. In quest’angolo famoso di Puglia produce e vende miele, prodotti dell’alveare, sciami e regine, fornendo in più anche un servizio di impollinazione.

Continua a leggere “A TU PER TU CON – ……GIUSEPPE MASCIULLI”

VINI E DISTILLATI – Siddùra lancia sul mercato internazionale un nuovo vino Nùali, passito di Sardegna

siddura-lancia-sul-mercato-internazionale-un-nuovo-vino-nuali-passito-di-sardegna_1

Il moscato giallo della Cantina di Luogosanto sarà in commercio entro la fine dell’anno e completa la gamma dei vini. Si chiama Nùali ed è un passito il nuovo vino che Siddùra lancerà sul mercato entro la fine dell’anno.

Continua a leggere “VINI E DISTILLATI – Siddùra lancia sul mercato internazionale un nuovo vino Nùali, passito di Sardegna”