CHICCHE D’ITALIA – PIEMONTE LAND IN TOUR

piemonte-land-in-tour_1

Una regione come un grande Paese: va letto così il secondo termine di un binomio che connota fortemente il nuovo profilo del territorio sabaudo, un insieme variegato di realtà produttive che per la prima volta in Italia si è presentato come un corpo unico.

Un sistema che ha messo insieme sotto il segno di un solo brand tutti i Consorzi di tutela dei vini regionali, ma anche la più importante Associazione di viticultori, approdati nella Capitale, all’interno delle magnifiche sale di Palazzo Brancaccio, per raccontare la storia, la geografia, il vino e i sapori di una terra.

Occasione ideale per annunciare il Tour mondiale del 2017 di una squadra vincente e di un inedito format che cambierà di segno l’approccio ai mercati esteri, europei, asiatici e d’oltreoceano: 18.000 le aziende rappresentate, con un valore che, solo sul fronte export, sfiora il miliardo di euro.

piemonte-land-in-tour_2

A parlare per la regione saranno i paesaggi (tra cui quelli delle Langhe-Roero e del Monferrato dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco), meta di turisti italiani e stranieri, cui il Piemonte offre un’ospitalità di altissimo livello, ma anche le tante eccellenze espresse dai vigneti e dalla bellezza di territori diversi e unici.

Attore principale il vino che, come afferma Giorgio Ferrero, Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, è “un testimonial d’eccezione poiché esprime la storia, la tradizione e la cultura di un territorio che occupa uno spazio importante nell’ambito dell’enogastronomia mondiale”.

A Roma, prima tappa del viaggio, Piemonte Land ha tagliato dunque il nastro di partenza di quello che sarà un giro del mondo in 360 giorni; un tour di cui faranno parte 18 vini Docg e 42 Doc (non Indicazioni geografiche che, per scelta, la regione non ha), fulcro di un anno pieno di attività, partecipazioni a fiere e presenze nei maggiori eventi internazionali di settore. Peraltro, la vendemmia 2016 si è attestata intorno ai 2,54 milioni di ettolitri, un 3% in più rispetto all’anno scorso: incremento di una produzione che da sola non solo rappresenta il 18% delle esportazioni complessive italiane, ma incarna anche il meglio dell’eccellenza Made in Italy.

http://www.piemonteland.it

Clara Ippolito

Annunci